lunedì 16 febbraio 2009

L'Altro mondo

Bene. A questo punto è forse il caso di proporre un breve elenco di quelli che possono essere gli epiteti possibili per delineare presenze sconosciute e gruppi di persone non identificate all'interno dell'economia narrativa di una serie di successo, di un film o di un qualunque fenomeno mediatico dove entrano periodicamente nella storia nuovi comprimari dalle origini, dalle intenzioni -e perfino dalle epoche- differenti da quelle dei consolidati e originali protagonisti.
Ognuno immagini il contesto che preferisce.
Io LOSTo ancora valutando...

Ok, inizio io:
1) Gli ALTRI. Un classico, ormai. E anche molto comodo: nessuna connotazione particolare, se non il senso di estraneità al gruppo originario. Efficace e spaventoso, grazie anche al ricordo dell'omonimo film.
2) Gli ALTRI ALTRI. Definizione per un secondo livello di estraneità, decisamente sarcastica e vagamente metanarrativa. E se la può permettere solo il giullare della serie in questione. Tipo Sawyer/James, in Lost.
3) I NATIVI. Connotazione geografica, sociologica e -all'occorrenza- antropologica e motivazionale. E soprattutto, se si vuole approfondire la metafora, anche politica. Pericoloso ma suggestivo.
4) QUELLI LI', DAI, HAI CAPITO... Pagherei oro, se fosse un'etichetta ricorrente. In tutta la sua lunghezza, e con l'inflessione un pò imbarazzata che richiede la sua pronunciazione.
5) I PALMIPEDONI. Così qualcuno si assumerebbe l'immane responsabilità di dichiararne l'esistenza e la natura "altra", legittimando così quel famigerato divieto onirico che da decenni invita a non calpestarli.
4) Gli OSTILI. E qui, la valenza è abbastanza esplicita: aumenta il giudizio di valore a scapito del senso di estraneità. Ma soprattutto, crea una curiosità maggiore sul profilo motivazionale.
5) I DISOBBEDIENTI. Variante del precedente, particolarmente cara a certi ambiti intellettuali nostrani. Decisamente da scartare: puerile, poco efficace e vagamente mortificante. Persino se lo si usasse per Lost.
6) I POPEYE. Connotazione incerta e decisamente referenziale, è vero, ma perchè mai non sfruttare un così famoso Copyright appena scaduto?



12 commenti:

giustina ha detto...

re ridere i Popeye! Io voto per loro!
il mio contributo (restando in tema) è:

GLI INVISIBILI (DEL SUPERCARCERE DI TRANI)
e qui cito. :)

Giangidoe ha detto...

E alla tua citazione, cara corregionale, io... cado colpevolmente come una pera cotta.
Le mie lacune, purtroppo, non sono solo cinematografiche.

Ma adesso mi documento. Prometto!

isline ha detto...

E gli extraterrestri? e gli abitanti del multiverso???

Giangidoe ha detto...

E perchè non "L'Esercito di Silente"?
Ma no! Qui si parla di categorie generiche, di etichette di comodo che potrebbero poi adattarsi a qualunque compagine di estranei.
"Extraterrestri" è troppo rivelatore, e "gli abitanti del multiverso" fin troppo specifico.
Sorry: bocciata!

giustina ha detto...

http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=12223

Giangidoe ha detto...

Mmmm, la recensione non è entusiasmante, ma almeno adesso ho inquadrato la citazione di prima.
Prima o poi recupero anche questo film, prometto.
Grazie per il link!

giustina ha detto...

OT:
post on line! ;)

alex crippa ha detto...

Popeye tutta la vita e oltre.

e sinceramente non mi stupirei di una loro comparsata nella serie(cioè: io che leggo nel tuo blog di questa cosa, perchè Lost basta, mi ha rotto da tempo).
J.J. passa al setaccio tutti i forum e blog del mondo, si sa...

Giangidoe ha detto...

Visto e commentato.
Fiiicooooo!
Domani (o stasera) lo posto anche qui.
;)

alex crippa ha detto...

tutti da Giustina!!!

chit ha detto...

gli INDEFINITI

Giangidoe ha detto...

Gli Indefiniti mi piace: la sua connotazione è fin troppo chiara, ed applicarlo ad un gruppo di persone è anche vagamente disumanizzante.
L'ideale se si vuole manifestare disprezzo.