giovedì 5 febbraio 2009

No competence, No performance



A due giorni dalla partenza, posso essere abbastanza sicuro su cosa mi è mancato di più della mia lontana terra natia in questi quasi 30 giorni.
Non si tratta dei miei fumetti abituali, che so attendermi pazienti e impilati sul comodino. Nè delle mie serie preferite, che sono beffardamente ricominciate proprio questo mese.
Quella che mi è mancata di più è una cosa che probabilmente mi mancherebbe anche se andassi in qualunque altro paese straniero, persino fra quelli culturalmente più vicini.
Si tratta, semplicemente, della mia lingua.

E non mi riferisco tanto alla difficoltà o meno di farmi capire (o di capire gli altri) nella vita quotidiana. Parlo delle sfumature, dei giochi, dei vezzi, degli sperimentalismi, dei divertissement, degli stumenti comici o dialettici della propria lingua, che si imparano a conoscere, apprezzare, inventare -addirittura studiare- con gli anni, in un processo di assimilazione auspicabilmente irreversibile.
La sola idea di non potermi godere, altrove, l'equivalente di un Bergonzoni, o di Lillo e Greg, o del mitico Rat-man, oppure i virtuosismi narrativi o satirici di autori eclettici -anche non italiani- e di non avere la competenza adatta a rielaborare ed incamerare le cose migliori (e questo, verosimilmente, se non per il resto della vita, perlomeno per una porzione non trascurabile) mi farebbe morire.
Certo, dovunque andassi, probabilmente riuscirei a vedere (e senza sottotitoli, a capire solo per metà) il sempre meno criptico Lost. Ma quello, si dice, finirà l'anno prossimo.
Sempre che ci si possa fidare dei tempi di gente che ora temporeggia coi viaggi nel tempo, quando un tempo la sola idea (dei viaggi nel tempo) poteva apparire attempata.

Ecco. Era esattamente di questo che volevo parlare.



8 commenti:

isline ha detto...

Bergonzoni è una chicca, ma l'ultima foto un tradimento!!

chit ha detto...

Concordo con Isline!?!? :D
Buon rientro ;-)

flo ha detto...

Caspita, non hai insegnato qualche parola d'italiano a nessun nippo? :D

giustina ha detto...

oh, giangi san torna a essere giangidoe. come vola il tempo. se solo ci si potesse davvero viaggiare attraverso... :)
a presto!

Franca ha detto...

Non sai quanto mancherebbe a me che in pratica riesco a farmi capire praticamente solo a gesti...

Giangidoe ha detto...

Ciao a tutti!
Sono appena tornato, e ho bisogno di un pò per riadattarmi al vecchio fuso orario.
Per ora sono solo alla fase del "fuso".

ene ha detto...

una cosa che ripetevo quando eravamo negli states era: I'm smarter than this, in Italian!

Giangidoe ha detto...

Io dicevo qualcosa di simile in giapponese, però ribaltando la prospettiva:
"In giapponese, è difficile..."