giovedì 16 ottobre 2008

L'o(-)zio di Francia


Ora che l'ho visto, posso completare il mio giudizio su LA CLASSE, al quale avevo dedicato un post più di una settimana fa.
E' stato anche meglio di quanto mi aspettassi. Davvero un gioiellino.
Il taglio asciutto da documentario -per quanto documentario non lo sia- rende perfettamente la cognizione temporale reale delle discussioni, sia quelle che si svolgono in classe che quelle tra colleghi, e restituisce una percezione vivida delle loro escalation -talvolta imbarazzanti- o relative sfumature dialettiche.
Sono pochi i momenti in cui si riesce a ridere con gli studenti: nella maggior parte dei casi, nonostante le ovvie differenze fra i sistemi scolastici nostrano e francese, prevale la componente dell'imbarazzo o del fastidio, che porta ad empatizzare soprattutto col professore e lascia sbigottiti di fronte ai bassissimi livelli di attenzione, educazione e padronanza linguistica dei ragazzi (ancora alle prese con "orrori" di grammatica ed ortografia).
Il fatto che non si cerchi di nascondere certe dinamiche (le gaffe dei professori, la frequente perdita della pazienza, l'antipatia condivisa verso certi studenti più o meno molesti, etc.) rende il tutto ancora più attuale.
E lo sfondo della scuola di periferia non estremizza più di tanto il quadro. Semmai il contrario.
Forse il giudizio sugli alunni contemporanei ad opera dei "grandi" è destinato ad essere sempre negativo, per fattori generazionali e sociali, fino alla fine dei tempi. Anche per questo motivo mi sento di dire che LA CLASSE, soprattutto quando sarà ben sedimentato, rimarrà un film estremamente moderno ed internazionale.
Certo, sempre che in futuro continuino ad esistere le scuole.
In quel caso sì che questo film potrebbe trasformarsi in un documentario.

10 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Lo inserisco tra i tre film che vorrei vedere e che non ho ancora visto:

L'ultimo di Spike Lee
Il Padre di Giovanna

Ed appunto "La Classe"

Spero di non perderne nessuno dei tre.

Ciao
Daniele

giustina ha detto...

sempre un passo avanti, dove lo troverai il tempo... io vado a vederlo nel we, così poi mi posso leggere il tuo posto! :)

Giangidoe ha detto...

@l rockpoeta:
Poi mi fai sapere allora, ok? :)

@ giustina:
Macchè! Non andavo al cinema da mesi (a parte la parentesi straordinaria barlettana).
Questa settimana sono riuscito a sfruttare un paio di congiunzioni favorevoli (andando anche un mercoledì per risparmiare) e a vedere pure MAMMA MIA...

Matteo L. ha detto...

Ciao ho scoperto solo ora il tuo blog e mi piace molto. Ti andrebbe di fare scambio di link? Ti aspetto da me se accetti. Complimenti e grazie

Giangidoe ha detto...

In realtà, per principio, non faccio scambi di link. Ad ogni modo, grazie dei complimenti. Guardero anch'io il tuo blog.

Franca ha detto...

Se la mia vita incasinatissima di questo periodo me lo permetterà, seguirò il tuo consiglio e andrò a vederlo...

flo ha detto...

... non va a finire con le classi separate pure lì, veeero?

Buon fine settimanaaa ;)

Giangidoe ha detto...

Eh eh, no. E non si può neanche dire che ci sia un finale a sorpresa.

Buon weekend anche a te!

MA! ha detto...

Giangi, scusa ma non ho ancora acquistato il volume di Hellblazer. Pazienta ancora qualche giorno. Grazie

Giangidoe ha detto...

Tranquillo, paziento...
Alla fine, sono riuscito a far leggere alla mia dolce metà il volume in questione (che ha apprezzato molto). Ma mi farebbe comunque molto piacere leggere una tua recensione ;)