giovedì 9 ottobre 2008

Recensione "a braccio"


Ed è forse arrivato il momento di parlare di BdC. Perchè il fumetto sa essere anche questo.
Su testi (per lo più) di Alex Crippa e disegni di Emanuele Tenderini, prende vita la sfortunata epopea di questo singolarissimo personaggio. E sfortunata non si riferisce alla popolarità delle strisce a lui dedicate -che è invece in continuo aumento-, bensì alla natura del protagonista: BdC rappresenta, nell'estremizzazione più psicotica possibile del capro espiatorio alla Benjamin Malaussène, il destinatario di tutta la cattiveria gratuita e catartica concepibile da mente umana. Non di rado, la lettura di una sua (dis)avventura porta a sbarrare gli occhi o a pensare, un pò divertiti e un pò colpevoli: "Ma perchè?". Ed è questa la domanda chiave che attanaglia il bistrattatissimo protagonista, il quale subisce periodicamente soprusi, insulti, maltrattamenti in modo del tutto inaspettato ed inspiegabile, secondo una logica della violenza e dell'assurdità umane mutuata direttamente dalle scuole di Michael Haneke e dei fratelli Coen (giusto per allargare gli orizzonti alla tradizione cinematografica).
Laddove Cronenberg incontra Ortolani e gli Happy tree friends; laddove la puerile innocenza da antieroe romantico del tondo Charlie Brown si relaziona con l'estro creativo ed incompreso di Saw (l'enigmista); o -e qui mi fermo- laddove Pollyanna incontra Vincent Cassel in un sottopassaggio, beh, lì troverete lo spirito che anima questo fumetto.
Qui mi limito a postare solo una tavola, peraltro opportunamente selezionata (sperando che gli autori non me ne vogliano). E' una delle più edulcorate, e probabilmente una delle poche che può essere postabile in questa sede. Tuttavia ci sono diverse altre tavole e strisce -smaccatamente citazionistiche ma non solo- che, sebbene superino abbondantemente (e volutamente) il cattivo gusto, sono davvero portatrici di una potenza visiva e testuale primordiale.
La "seconda stagione", da poco iniziata, lascia presagire un viaggio onirico e carnevalesco pieno di sorprese e spunti interessanti. Vedremo come procederà.
Le avventure settimanali di BdC vengono pubblicate, ogni lunedì, sui blog dei due creatori Alex Crippa ed Emanuele Tenderini. In quest'ultimo, vi sono anche le storie delle quali Tenderini è pure autore dei testi, nonchè occasionali contributi ed interpretazioni del personaggio da parte dei fan.
Non è decisamente una lettura per tutti: lo dico subito a scanso di fraintendimenti. D'altronde, è proprio per questo che auguro a BdC di trovare una sua collocazione editoriale appropriata quanto prima, e di raggiungere anche quel pubblico cui le vie del web sono per lo più precluse.

Concludo questa mia breve e seriosa recesione con un avvertimento, che più che avvertimento è un motto:
se doveste leggerlo e trovarlo fantastico, ricordate che non è merito vostro.
E chi vorrà indagare il perchè, lo scoprirà (assieme al riferimento reale del comodo acronimo BdC).

16 commenti:

braccio di culo ha detto...

oh mio dio! grazie mille!!! :)) "dove pollyanna incontra vincent cassel" è la mia frase preferita dell'anno!!

tutto questo merita una strip su misura...che presto realizzerò e ti regalerò! :)

ehy recensori la fuori!? avete capito? ad ognuno di voi regalerò una strip! si si! proprio a voi! spendete belle parole sull'essere informe, e una strip su misura vi verrà spedita direttamente a casa!! portata a mano dal nostro amatissimo X-Zibit!!!!

Giangidoe ha detto...

Eh eh eh, X-Zibit non promette mai nulla di buono...
Non vedo l'ora di ricevere la strip, allora!!! :D
Ci risentiamo presto,
e in bocca al lupo ;)

PS: Quella frase che hai citato voleva essere un riferimento abbastanza esplicito a Irreversible e, anche se il violentatore nel film non è Cassel, ho pensato che rievocare solo lui e il sottopassaggio sarebbe stato più efficace (ed inquietante)...

alex crippa ha detto...

commosso ringrazio! (anche se non è merito mio)

commosso dalle colte citazioni, che condivido con estremo entusiasmo, mi peremetto di completare il quadro con un "Candide vs. Mike Tyson" che fa molto interraziale. hai perfettamente còlto (colto) lo spirito di BdC. lunga vita a Giangidoe!

PS è curioso notare come i giovani d'oggi dimentichino, o trascurino volutamente, alcuni grandi classici come Fantozzi, piuttosto calzante in questo caso, anzichenò.......i tempi son cambiati, io sono vecchio e non ho ancora scaricato gli aggiornamenti automatici.

Giangidoe ha detto...

Io adoro Fantozzi! Dei suoi film, amo quelli fino a FANTOZZI VA IN PENSIONE (che è per me il più drammatico)...
Si, si può dire che l'ho volutamente trascurato nella mia pseudo-recensione per andare un minimo controtendenza e per incuriosire furbescamente il mio ristrettissimo gruppo di amici di blog con citazioni un pò più "altisonanti" ;)
Però senz'altro, come non trovare una suggestiva analogia fra la proverbiale pioggerellina della nuovoletta di Fantozzi e l'ondata rossa che inonda Braccio nel parco? :D

Franca ha detto...

Come già sai, i fumetti non sono il mio forte (a parte Charlie Brown)...

Alfa ha detto...

ottima recensione! complimenti per le citazioni e i riferimenti cinematografici..:)

credo che tu abbia colto molti aspetti di braccio, che sfuggono a molti, soprattutto a chi ne da un giudizio superficiale, senza indagare a fondo nella complessità psicologica di questo personaggio..:)

alex crippa ha detto...

giangidoe: non potevi osare miglior paragone (la pioggia fantozziana e l'ondata rossa bracciana).

cmq: "Il secondo tragico Fantozzi".

Giangidoe ha detto...

@ alfa:
Grazie mille! In effetti, è impossibile tralasciare l'aspetto "introspettivo" di Braccio.

@ alex:
Tutti i veri fan di Fantozzi salvano spesso solo i due capitoli di Salce. Ma secondo me, anche il primo Parenti fantozziano ha aggiunto molto al personaggio...

flo ha detto...

"laddove Pollyanna incontra Vincent Cassel "

ROTFLLL, è stupenda questa!

Ora vado a ficcanasare nei blog segnalati:)

Giangidoe ha detto...

Brava, brava, ficcanàsa, ficcanàsa!!
:)

flo ha detto...

ps: ho appena letto quella ispirata alla pubblicità della Wind (mi pare).

Non ho parole :D

Giangidoe ha detto...

Eh eh eh...
Ce ne sono alcune che, oltre a lasciare a bocca aperta, ti fanno venire l'impulso di formattare il pc per la vergogna.
Che poi, sono anche le più geniali!

ArabaFenice ha detto...

benritrovato giangidoe!

su questo fumetti mi cogli impreparata, mai visto.

Giangidoe ha detto...

Bentornata a te!
Adesso però mi aspetto nuovi post succulenti (magari qualcuno dal sapore "americano)...
Ok?? :D

andosan ha detto...

Sapevo che seguendo il tuo blog avrei trovato perle come questa!
Dopo aver cercato per anni cattiveria estrema e sfiga cosmica fra meandri di china e di bit (passando dai Bunny Suicides agli Happy tree friends) ero qui che fantasticavo su un soggetto in cui Wall-E incontra Terminator quando ecco che dai feed mi emerge la tua segnalazione di questo personaggio in cui ritrovo un lontano cugino del Monty Montahue di Meddick con in più questa incredibile appendice e il Coefficiente Di Fantozzi più alto mai registrato.
Mi è bastato vedere un altro paio di tavole (l'impiego di X-Zibit di per sé è da applauso, il dilatarsi delle inquadrature finali lo adoro) per essere sicuro che lo seguirò sempre... o almeno fino a quando X-Zibit in un moto di compassione non gli riserverà una violentissima ma pietosa morte.

Giangidoe ha detto...

Ammetto di non conoscere -ancora- Monty Montahue, ma con i coniglietti suicidi e gli Happy tree friends sfondi una porta aperta...
Prima di Braccio, la striscia più cattiva e politicamente scorretta che mi era capitato di leggere è stata MR WIGGLES (che rimane indiscutibilmente un'istituzione).