mercoledì 25 marzo 2009

Il blues della propria terra



Magari sarà una tamarrata incredibile, o un piccolo gioellino indipendente e imprevisto.
Ad ogni modo, parte da un assunto condivisibilissimo e -direi- ovvio per tutti i pugliesi:
la focaccia barese è TROPPO buona perchè rimanga confinata in una sola regione.
Ma saranno riusciti (o riusciranno) i nostri eroi a sensibilizzare intere popolazioni regionali all'oleosa libidine della pomodorosa delizia nostrana?
Io, nel dubbio, preparo pacchi extra di tovaglioli.
(gnam gnam...)

8 commenti:

Alessandro Arcuri ha detto...

Mmmmmhhh... ho già le bave... peccato non sopporti quel paraculo di Arbore...! Si può apprezzare la delizia culinaria in questione anche senza sorbirsi il suddetto clarinettista, vero?

Giangidoe ha detto...

Decisamentissimamente si.
Anzi, è assai preferibile.
Al massimo non guasterebbe la guarnizione di due fette di mortadella e di una -o due- di provolone (piccante o non).

giustina ha detto...

madò. :)

Giangidoe ha detto...

E io che ho detto?
"gnam gnam"!

Franca ha detto...

Mi unisco agli "gmam, gmam"...

Giangidoe ha detto...

Ed io aggiungo i tovaglioli!
;)

Anonimo ha detto...

Oh,mio caro giangi,questa sera mi pappo un bel quarto di FOCACCIA,ti unisci a me?...ops scusa lì da te nun ce sta! ah ah ah ah ah
micky

Giangidoe ha detto...

......
Maledetto....
E io intanto mi mangio un bel panino con la porchetta, alla faccia tua.
Come dici? Non è la stessa cosa, e costa pure molto di più?
Certo che sai essere proprio crudele...