mercoledì 14 maggio 2008

Gomorra, Garrone e Servillo


Sono uno di quelli che finora non ha ancora letto l'importante ed avvincente GOMORRA. Non perchè non mi interessi o sia prevenuto, anzi. Semplicemente ho già una mezza dozzina di libri comprati (o regalatimi) con entusiasmo e in attesa di essere letti, e perciò ho preferito aspettare.
Chi se l'aspettava che avrebbero girato un film a tempi di record? Ma soprattutto -e qui la cosa per me sconvolgente- come si è riusciti ad evitare un cast patinato ed una regia televisiva e banalizzante optando invece per attori con la A (e tutte le altre lettere) maiuscole come Toni Servillo e un regista duro e "difficile" come Matteo Garrone? Da una parte sono piacevolmente stupito, dall'altra provo un lieve -e probabilmente infondato- timore che queste scelte cinematograficamente appropriate possano essere fraintese e non dare la giusta visibilità al film in questione (nonostante il traino che la scia del libro possa aver creato).
Una cosa simile l'avevo pensata riguardo il film IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA, per il quale la scelta del regista Francesco Patierno -dato il suo drammaticissimo e disturbante film d'esordio PATER FAMILIAS- mi aveva sorpreso nelle stesse due maniere. A torto, direi ora.
Speriamo che il successo di GOMORRA su pellicola eguagli -e perchè no, superi- quello del libro. Perchè date le premesse, credo che sarebbe un caso di audacia autoriale premiata piuttosto che solo un facile e prevedibile fenomeno commerciale.
Ma forse è il caso di riparlarne dopo aver visto il film.
Esce venerdì. E lo stesso giorno esce SUPERHERO, l'ennesima parodia demenziale americana sui film americani di successo (stavolta, quelli di supereroi).
Sarà dura scegliere...

6 commenti:

giustina ha detto...

io il film lo vedrò senz'altro, anche - soprattutto - per la scelta poco patinata del cast e della regia. confesso di non aver ancora letto il libro, ma ho visto la pièce teatrale andata in onda su rai2 qualche settimana fa (col grande Ernesto Mahieux) e mi è molto piaciuta...

Giangidoe ha detto...

Caspita, è vero! E' andata in tv! Magari riesco a procurarmela...
Grazie per la dritta ;)

chit ha detto...

Non mancherò senz'altro di andarlo a vedere, appassionato come sono di storie di mafia, camorra e ndrangheta. Il libro m'ha folgorato e mi ha riavvicinato alla lettura dopo tanti anni, chissà che il film non mi riavvicini al cinema :-D

Giangidoe ha detto...

Io invece volevo leggere prima il libro e poi il film. Ma siccome ho letto recensioni spettacolari del film, non credo che riuscirò ad aspettare. Nè che dopo averlo visto mi passerà la voglia di leggere il libro, spero!

alex crippa ha detto...

libro e film sono diversissimi nello stile e nelle scelte narrative, e quindi ottima cosa: non uno il clone mal riuscito dell'altro, ma due opere diverse per due media diversi.
leggete e guardate!

PS: nonostante queste "lacune" ti ho linkato, giangidoe, perchè sei un ragazzo sveglio, simpatico e informato!

Giangidoe ha detto...

Grazie mille!
Anch'io avevo intenzione di implementare i miei link amici, e dopo qualche giorno di inattività -causa impedimenti tecnici- mi accingo a farlo ora.
Alla prossima!