martedì 6 maggio 2008

Un giorno avrò il coraggio...


...di scrivere un post dettagliato sulla funzione metanarrativa di Nick.
Senza quadrati semiotici e schemi attanziali, basterebbe una paginetta di esempi e qualche battuta (auto) ironica che ci ha regalato negli anni.
Perchè mi è venuto in mente questo? Perchè oggi, mentre il mio distratto zapping post-tg si è soffermato su Canale5, ho pensato:
"Lo sguardo attonito di Nick di fronte ad una tipica agnizione beautifulesca è diverso da quello degli altri personaggi: loro si intuisce che necessiteranno altri quattro mesi per rendersi davvero conto di quello che hanno sentito; lui invece ha capito subito, e spera fino all'ultimo che qualunque segno lo distolga dalla sua nuova consapevolezza".
Insomma: ha esattamente il problema contrario degli altri.
E basta molto meno per essere un mito.

4 commenti:

giustina ha detto...

sii onesto. che zapping post tg e zapping post tg! IO SO che guardi beautiful tutti i giorni! se non ammetti questo non puoi andare avanti a scriverne, per quanto con terminologia onorevole. suvvia :)

isline ha detto...

ah certo Beautiful...quel 'documentario' che guardi tutti i giorni...

Giangidoe ha detto...

Ah-ehm...
Il mio interesse è puramente sociologico, dettato da i miei studi mediatici e comunicativi nonchè dalla mia passione per la serialità.
Ecco.
Del resto è più o meno la stessa cosa che dicevo quando guardavo Ranma 1/2 a sedici anni, solo che lì calcavo di più sulla fissa per la commedia plautina ;)

tuiti ha detto...

è perchè lui è marinaio..